domenica 1 luglio 2007

PAGARE PER NON VEDERLI PIU'


Molte persone, prese dallo sconforto, pur di non avere di nuovo a che fare con la WSI in accordo con il loro avvocato arrivano a patteggiare circa il 20-30% della penale per convincere l'istituto a recedere dal contratto, si tratta sempre e comunque a mio parere di una sconfitta nei confronti del cittadino, sopratutto di quelli che pur avendo firmato non hanno mai usufruito dei servizi e dei corsi della scuola...
Lettera del 20 Settembre 2004
Dopo aver effettuato sul vostro sito una ricerca in merito e, successivamente constatato che non sono stata la sola ad essere raggirata, vorrei unirmi al coro di lamentele e polemiche sollevate da molti nei confronti di un "serio ed affidabilissimo" istituto di inglese quale la Wall Street Institute e, nella fattispecie, la sede di Cinecitta' due in Roma. Come avete gia' esaustivamente evidenziato nelle precedenti risposte fornite, la legge non ammette ignoranza ed e' un diritto/dovere del cittadino quello di LEGGERE ATTENTAMENTE, INTEGRALMENTE E DETTAGLIATAMENTE quanto si accinge a firmare. Il momento del "fesso", pero', puo' capitare a ciascuno di noi... e stavolta e' toccato a me. Fidandomi di una persona che ritenevo amica, sono stata convocata nella sede, in Roma, di Cinecitta' due del suddetto istituto al fine di avere delucidazioni su di un corso di inglese che desideeravo iniziare a frequentare. Cosa dire se non che, sull'onda di un iniziale entusiasmo ed in virtu' del rapporto di fiducia e di stima che mi legava alla persona che mi ha letteralmente "abbindolata", ho firmato il contratto sottopostomi senza leggere oculatamente l'articolo relativo alla "non facolta' di recesso" nel caso di contratto stipulato all'interno dei locali della citata scuola. A distanza di appena un mese dall'inizio del corso, ho realizzato che avevo commesso un gravissimo errore, peccando di grande ingenuita' e di eccessiva fiducia nel prossimo... ma come ripeto, ritenevo che "il ragazzo immagine" della Wall Street fosse anche mio amico... Ho deciso di avvalermi di un legale ovviamente. Quello che vorrei garbatamente domandare a voi, nel frattempo, e' se, a seguito di un trasferimento, fosse possibile uscire fuori da questa situazione con una eventuale corresponsione di una penale (che, da quanto ho compreso, corrisponderebbe piu' o meno al 20/30% dell'intero importo).Grata per la disponibilita' e per l'eventuale risposta, Sara.Sara, da Roma ------------------ P. S.: Attenzione a questo istituto...

Risposta dell'ADUC ha ben inquadrato la questione. Se la penale non fosse prevista in contratto, provi prima di tutto a proporla a voce. In caso di indisponibilita', le consigliamo di inviare all'amministrazione del WSI una raccomandata A/R in cui chiede la scissione anticipata del suo contratto e si dichiara disponibile ad un pagamento di una penale del .... (20, 30%,faccia lei), e di darle comunicazione della loro accetazione entro 15 giorni dal ricevimento della raccomandata stessa, altrimenti adira' le vie legali.Passato infruttuosamente il tempo dato, si rivolga al giudice di pace della sua citta', prima in conciliazione e dopo, eventualmente, in contenzioso.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

salve a tutti, mi unisco a voi nel denunciare la vera e propria truffa commessa dagli operatori della wall street institute! io personalmente ho avuto a che fare con la sede di pescara, ho firmato il contratto con la scuola con annesso un contratto di finanziamento di 16 mesi (purtroppo, devo ammetterlo, leggendolo velocemente e non rendendomi conto della presenza di un finanziamento annesso al contratto). ma la cosa da denunciare è il fatto che dalla bocca del consulente non è mai uscita la parola finanziamento, mi ha solo detto che dovevo pagare mensilmente e dato che loro non dispongono di una cassa personale dovevo farlo con i bollettini postali, ma mai, ripeto mai, parlando di finanziamento nè illustrando se ci fossero delle modalità alternative di pagamento! inoltre mi hanno letteralmente "intontito" inducendomi a firmare subito, infatti solo cosi' avrei potuto usufruire di una loro fantomatica "promozione".
il bello è che la mia copia del contratto mi è stata data 2 giorni dopo perchè loro dovevano "registrarlo"...una volta avuto il contratto in mano ho letto a caratteri cubitali CONTRATTO DI FINANZIAMENTO e lì mi sono resa conto di quello che era successo!!!
mi sono fatta aiutare da un legale e sto inviando 2 raccomandate con ricevuta di ritorno: una alla finanziaria e una all'istituto.
infatti abbiamo il diritto di recedere dal contratto di finanziamento entro 14 giorni dalla firma e possiamo recedere dal contratto con la scuola entro 7 giorni di tempo, come per qualsiasi contratto di acquisto. e per legge qualsiasi contratto che riporti una clausola in cui si vieta il diritto di recesso è NULLO per legge!!!
P.S. a conferma della loro malafede a 3 giorni di distanza dalla firma del contratto mi sono recata presso la loro sede e mi hanno detto che non potevo più recedere perchè la finanziaria già li aveva liquidati, invece poi ho chiamato la finanziaria e mi ha detto che loro prima di procedere alla liquidazione della somma aspettano appunto 14 giorni per dare al consumatore la possibilità di esercitare il diritto di recesso!!! quindi DOPPIAMENTE TRUFFATORI!!! E SI SONO PURE PERMESSI DI DIRMI CHE AVREI DOVUTO LEGGERE MEGLIO QUELLO CHE FIRMAVO. IN PRATICA DOPO CHE LORO MI HANNO RAGGIRATO E TRUFFATO HANNO PURE DATO LA COLPA A ME!!!!
SPERO CHE LA GUARDIA DI FINANZA FACCIA QUALCHE CONTROLLO A QUESTA VERA E PROPRIA ASSOCIAZIONE A DELINQUERE!!!!

Anonimo ha detto...

in relazione al commento precedente rettifico quello che ho scritto parlando di truffa e simili. ho sbagliato io a non leggere il contratto. non voglio avere più niente a che fare con questa scuola e non voglio avere conseguenze se ho scritto qualcosa di offensivo. non si sa mai quindi RETTIFICO tutto e chiedo all'amministratore del blog di cancellare il mio commento precedente perchè non voglio avere conseguenze. grazie a tutti.
insegnamento per tutti non firmate prima di leggere ogni singolo rigo.