martedì 20 maggio 2008

CHI NON PAGA IL "PIZZO"

premessa a bache e corrotti
Oramai è accertato, in Italia chi non vuole pagare il Pizzo a questo manipolo di strozzini in giacca e cravatta finisce con il rimetterci di persona, a cosa servono le banche oggi se non ci aiutano più... a cosa servono se non unicamente a ingrassare i loro padroni in combutta con associazioni di consulenti bugiardi, si siete dei bugiardi e dovreste vergognarvi di aver messo in difficoltà tanti giovani che si sono fidati di voi, prima di uscire dovete di casa la mattina dovete lavarvi bene la vostra sporca faccia anche se con il tempo la gente sta cominciando a conoscervi, in rete non si può mentire... non si può ingannare

17 Maggio 2008. Citicorp, segnalato ingiustamente alla Crif
Spett.le Aduc, in data 10/12/2007 ho stipulato un contratto per un corso di inglese presso la WallStreet Institute (di seguito WSI) di Roma e per il pagamento mi è stato fatto firmare un finanziamento con la Citifin per un totale di 16 rate con scadenza prima rata 28/02/08. Dopo un paio di giorni mi sono reso conto che la consulente della scuola aveva omesso di dirmi alcuni punti fondamentali tra cui l’impossibilità di recedere. In data 13/12/07 ho esercitato il mio diritto di recesso, nei termini di legge, sia verso la finanziaria sia verso la WSI. In un primo momento la WSI si era opposta, ma dopo aver chiesto l’aiuto di un mio amico avvocato me lo ha concesso e mi ha inviato una nota di credito dell’intero importo di circa € 2500,00. Per accelerare la pratica ho inviato tutti i documenti in mio possesso, compresi nota di credito e lettera di accettazione recesso, alla finanziaria pensando di risolvere in breve tempo la questione. Nel mese di marzo vengo contattato da una società di recupero crediti, la MARAN, perché gli risultava la prima rata non pagata, di nuovo ho mandato tutta la documentazione per dimostrare che non avevano diritto di chiamarmi e ho minacciato azioni legali qualora mi avessero ricontattato. A fine marzo vengo contattato da un’altra società di recupero crediti a cui era passata la mia pratica e mi viene detto che avevano ricevuto l’accettazione del recesso da parte della WSI e che quindi la mia pratica era stata chiusa, cosa che realmente è stato fatto. In data 28/04/2008 ho richiesto l’accesso ai miei dati presso la banca dati della Crif e ho scoperto, con mio grande stupore, che risultavano 2 rate non pagate e di conseguenza la finanziaria ha provveduto a segnalarmi. In data 12/05/08 chiamo la finanziaria per avere spiegazioni e mi dicono che a loro non risulta ancora la restituzione della somma da parte di WSI. In data 13/05/08 ho contattato la sede amministrativa della WSI e la persona che aveva seguito la mia pratica di recesso mi ha assicurato che i soldi sono stati restituiti alla finanziaria nel mese di febbraio e precisamente il giorno 25, infatti mi ha inviato la copia del bonifico in cui effettivamente risulta questo pagamento alla Citicorp. Ora le rate non pagate risultano 3 e dopo tre mesi alla finanziaria ancora non risulta nulla. Questo, a parer mio, è un fatto gravissimo che viene permesso di fare a queste società. Ho già chiesto al mio avvocato di agire giudizialmente nei confronti della finanziaria, ma vorrei sapere da Voi come comportarmi in questo caso e quali sono i miei diritti. Posso chiedere danni materiali e morali? In attesa di una Vostra sempre pronta risposta
Cordiali saluti

Risposta dell'ADUC dovra' necessariamente agire giudizialmente, a questo punto. Quanto alla ragione, le consigliamo di fare le dovute valutazioni con il suo legale, poiche' non si puo' dare un consiglio del genere senza leggere attentamente i due contratti, con WSI e con la finanziaria, per comprendere il grado di collegamento fra i due.



banche e informazione 1a parte

Banche e Informazione 2a parte


Banche e informazione 3a parte

1 commento:

danio ha detto...

Quello sono io :-)